Biblioteca

Seja um dos 26 apoiadores do Ludopédio e faça parte desse time! APOIAR AGORA
Tese

Brasile

Il calcio, la storia, l"identità. Un esercizio di semiotica della cultura
Ano

2011

Faculdade/Universidade

Istituo Italiano di Scienze Umane, Scuola Superiore di Studi Umanistici

Tema

Tese

Área de concentração

Doutorado em Semiótica

Páginas

236

Arquivos

Resumo

Realizada na Universidade de Bolonha em co-tutela com a Universidade de São Paulo, a pesquisa investiga a narrativa que constituiu, envolvendo o universo da prática esportiva e a esfera da vida social, o que conhecemos hoje como a maneira brasileira de jogar futebol, o chamado futebol arte. Paolo fala também do livro Essere in gioco. Calcio e Cultura Brasile e Italia, que ampliou a pesquisa e trouxe para a análise também a narrativa a respeito do futebol italiano, especialmente o que veio a ser conhecido como catenaccio.

Sumário

Introduzione
La semiotica, il calcio, la cultura (brasiliana): sugli orizzonti e il perché di una relazione imprevista, 5

0. Premesse, 5
1. L’oggetto della ricerca: la futebol arte o lo stile brasiliano di giocare a calcio (o di un gioco profondo), 6
1.1. Il calcio praticato (o della nascita dello stile e dell’imbiancamento della nazione), 9
1.2. Il calcio raccontato (o della naturalizzazione dello stile e della riconfigurazione dell’identità), 14
2. Il corpus e il punto di vista, 17
3. Problemi e orizzonti teorici, 20
3.1. Il corpo, il senso, la cultura, 21
3.2. La cultura sub specie semiotica, 23
4. Struttura del lavoro, 25

Parte prima
Una semiotica storica e culturale del calcio brasiliano (e di qualcos’altro ancora)

Capitolo primo
La Pratica del calcio nel Brasile del primo novecento.

Nascita dello stile e futuro della nazione, 28
1. Gli albori del calcio brasiliano, 28
1.1. Il calcio giocato nei collegi alla fine dell’ottocento, 28
1.2. I miti fondatori della storiografia: Charles Miller e Oscar Cox, 29
2. Uno sport d’elite? O il gioco della distinzione sociale, 31
2.1. Brevi considerazioni preliminari, 31
2.2. Moda, abiti, tendenze: tra sport e vita quotidiana, 34
2.2.1. Un quadro: la Belle Epoque Tropicale, 34
2.2.2. Trame del calcio, 39
2.3. Codici etici e pratiche comportamentali: lo sportman fuori e dentro il campo, 47
2.3.1. La cura del corpo e l’igiene sportiva, 53
2.4. La forma di vita dello sportman, 63
3. Note sul processo di massificazione e popolarizzazione del calcio brasiliano, 66
3.1. La lotta per il valore della pratica calcistica, 70
3.1.1. La differenziazione etnica e sociale: tensioni e conflitti, 72
3.1.2. Football o Capoeira? Discorsi sulla degenerazione morale del calcio popolare, 75
3.2. Nascondere neri e mulatti: il re Alberto I del Belgio, la nazionale brasiliana e il campionato sudamericano del 1921, 78
4. Modi di giocare. Un’archeologia dello stile brasiliano, 83
4.1. L’uso e l’abuso del gioco individuale: tra tecnica internazionale e identità nazionale, 84
4.2. Interpretare regole e fissare significati, 87
4.2.1. Il contatto spalla a spalla e l’etica amatoriale: contro la violenza, 89
4.2.2. Il contatto spalla a spalla e la traduzione dei conflitti etnici e sociali: paradossi della violenza, 92
4.3. Ipotesi non conclusive sullo stile brasiliano, 95

Capitolo secondo
Raccontare lo stile. O sulla (ri)costruzione della brasilianità, 98
0. Introduzione, 98
1. Il percorso della realizzazione del soggetto afrobrasiliano nel e attraverso il calcio. Parabola di una affermazione e di una conversione nazionale, 100
1.1. Lisciarsi o non lisciarsi i capelli? Una questione d’autocoscienza culturale, 103
1.1.1. Neri e mulatti virtuali: da Carregal a Friedenreich, 103
1.1.2. Poter essere neri e mulatti: da Gradin a Leonidas da Silva, 109
1.1.3. Il nero Pelé. O del compimento della nazione, 115
1.2. Da un Brasile bianco a un Brasile meticcio: esiti e risvolti di una storia edificante, 121
1.2.1. Una squadra di meticci sulla vetta del mondo. Dal rovesciare lattine al rovesciare identità, 122
1.2.2. Corsi storici, verità culturali e destinanti trascendenti: ritorno al futuro della nazione, 126
2. Lo stile, il corpo, l’identità: una trama di equivalenze e opposizioni, 130
2.1. La naturalizzazione dello stile e i tratti distintivi della brasilianità. Ovvero, di cosa parliamo quando parliamo di stile brasiliano, 132
2.1.1. Non siamo mai stati europei: lo stile come espressione del mulattismo, 134
2.1.2. Il mulattismo come espressione dello stile: o della sublimazione della brasilianità, 137
2.1.3. Stile e mulattismo tra (forme della) natura e (forme della) cultura, 139
2.1.4. Dallo stile al corpo (afro)brasiliano: pratiche e figure, 143
2.1.4.1. Samba, 143
2.1.4.2. Ginga: tra sambisti, capoeiristi, calciatori e marinai, 146
2.1.4.3. Jogo de cintura, 151
2.1.5. La trasformazione del corpo afrobrasiliano in corpo brasiliano attraverso la mediazione calcistica, 153
2.1.6. Nuovi e vecchi modelli del corpo brasiliano, 156
2.2. Dal corpo alla cultura (via calcio). Formare caratteri e connettere mondi, 157
2.2.1. Sulla trasformazione della ginga: da figura del corpo a forma di vita nazionale, 158
2.2.2. Ancora sul jogo de cintura, 160
2.2.3. La malandragem: una sintesi del corpo, dell’etica e dell’estetica nazionale, 162
2.2.4. Migrazioni dello stile. Dove cresce e si forma l’identità della nazione, 170

Parte seconda
Su alcuni risvolti e alcune conseguenze teoriche dell’analisi.
Premesse, 175

Capitolo Terzo
La semiotica, il corpo, la cultura, 176
0. Introduzione, 176
1. L’eredità fenomenologica e l’epistemologia della semiotica strutturale: sul senso, il corpo e dintorni, 177
1.1. A partire da Semantica Strutturale, 178
1.2. Un minimum epistemologico? Il senso come possibilità di trasformazione della propria datità, 183
1.3. La deriva ontologica della semiotica del corpo, 186
1.3.1. L’epistemologia delle passioni, 186
1.3.2. L’esplosione dell’orizzonte ontico e il ritorno ostinato della cultura, 190
1.3.3. Il corpo come operatore della semiosi, 193
2. Verso una semiotica culturale e intersoggettiva del corpo, 198
2.1. Intersoggettività, regimi d’interazione e competenza estesica, 201
2.2. Il senso tra i corpi, 205

Capitolo quarto
Cosa la storia del calcio brasiliano può dire ad una semiotica della cultura. Alcuni temi per (non) concludere e rilanciare
, 208
0. La semiotica e l’immanenza della cultura, 208
1. La cultura come dispositivo glocale, 213
2. Tendenze eterogeneizzanti nel divenire della cultura: forme dell’esplosione, 218
3. Tendenze omogeneizzanti: autodescrizioni e forme (precarie) della cultura, 222

Bibliografia, 225

Referência

DEMURU, Paolo. Brasile: Il calcio, la storia, l"identità. Un esercizio di semiotica della cultura. 2011. 236 f. Tese (Doutorado em Semiótica) - Istituo Italiano di Scienze Umane, Scuola Superiore di Studi Umanistici, Bologna, 2011.
Cadastre-se para receber novidades